All’Aeroporto di Milano Bergamo si è svolta la cerimonia di battesimo del nuovo aeromobile Boeing 737-800 EC-MUB della compagnia aerea Albastar, il quarto entrato a far parte della flotta e il secondo basato sullo scalo orobico.

 

Per il Boeing 737-800, matricola EC-MUB, è stato scelto il nome “Pino D’Urso – Here we fly again”, per celebrare ed onorare il ricordo del fondatore di Albastar. Alla benedizione dell’aeromobile, impartita da mons. Giulio Dellavite, segretario generale della Curia Vescovile di Bergamo, ha fatto seguito il taglio del nastro, prima del volo inaugurale con sorvolo delle Alpi, condotto dal comandante Stefano Mogni e dal primo ufficiale Michelle Gooris.

A bordo si è svolta la conferenza stampa con interventi di Daniela Caruso, presidente Albastar, Michael Harrington, amministratore delegato Albastar, e Giacomo Cattaneo, direttore aviation SACBO. Dopo l’atterraggio l’aeromobile è stato accolto dall’arc of triumph realizzato dal distaccamento dei vigili del fuoco di Orio al Serio.

La scelta dell’aeroporto di Milano Bergamo per la presentazione ufficiale del nuovo aeromobile non è casuale, lo scalo è infatti diventato la seconda base operativa del vettore in termini di volume e traffico generato con due B737-800 basati tutto l’anno. Gli investimenti in atto presso l’aeroporto di Milano Bergamo peraltro non possono che migliorare la qualità dei servizi erogati e Albastar prevede di movimentare in futuro a regime non meno di 400.000 passeggeri.

Giacomo Cattaneo – Direttore Aviation SACBO